La nostra mission

Mettiamo a disposizione dei nostri clienti la nostra esperienza professionale nella fornitura dei servizi rivolti ad aziende, lavoratori autonomi e contribuenti privati. Assistiamo il cliente con meticolosa attenzione. Siamo continuamente in contatto con i nostri clienti, in maniera diretta e personale, per offrire sempre il massimo in tempi brevi.

Cosa offriamo?

Lo Studio, accompagna il cliente all’avvio d’impresa, attraverso un servizio di assistenza e di consulenza che si traduce nell’analisi di fattibilità dell’idea imprenditoriale. Il core business dello Studio è la consulenza aziendale, settore nel quale soddisfa con precisione e competenza le richieste più diversificate e specifiche dei clienti.

Our Portfolio

Sea summo mazim ex, ea errem eleifend definitionem vim. Ut nec hinc dolor possim mei ludus efficiendi ei sea summo mazim ex.

What People Say

Sea summo mazim ex, ea errem eleifend definitionem vim. Ut nec hinc dolor possim mei ludus efficiendi ei sea summo mazim ex.

img

Sed ut Perspiciatis Unde Omnis Iste Sed ut perspiciatis unde omnis iste natu error sit voluptatem accu tium neque fermentum veposu miten a tempor nise. Duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit consequat reprehender in voluptate velit esse cillum duis dolor fugiat nulla pariatur.

Alice Culan - UI Developer

Ultime notizie

COME AVVIARE UN E-COMMERCE

Il termine “e-Commerce” ( commercio elettronico) riguarda le operazioni relative ad attività commerciali e transazioni effettuate per via elettronica (commercializzazione di beni e servizi, distribuzione online di contenuti digitali, effettuazione di operazioni finanziarie e di Borsa, appalti pubblici per via elettronica e altre procedure transattive della PA).

La vendita si realizza tramite piattaforma web, su cui il venditore carica il catalogo prodotti/servizi così che il compratore lo possa consultare online, scegliendo i prodotti da acquistare e inviando l’ordine.

Per avviare una attività di commercio elettronico è necessario:

  • attivare un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC);
  • aprire la partita IVA (se non si superano compensi di € 5.000);
  • presentare al Comune competente la Segnalazione Certificata di Inizio di Attività (S.C.I.A.);
  • richiedere l’iscrizione alla Camera di Commercio;
  • richiedere l’iscrizione all’INPS gestione commercianti.

Innanzitutto occorre ricordare che un giovane che offre i propri servizi via internet o che effettua vendite occasionali, può evitare di aprire una posizione fiscale e previdenziale se consegue un ammontare di ricavi non superiore ad € 5.000, rispettando il requisito della occasionalità.

Tuttavia se si intende aprire un e-commerce ed acquistare e rivendere merci viene meno il requisito della occasionalità e dunque occorre aprire una posizione fiscale e previdenziale.
Per avviare un e-commerce occorre innanzitutto scegliere la forma giuridica più appropriata per l’attività, ditta individuale o forma societaria, a seconda degli investimenti da realizzare e persone che partecipano all’iniziativa:

  1. Apertura posizione fiscale (P.IVA) ed Comunicazione di inizio attività allo sportello Unico Attività produttive del comune di residenza o nel quale si intende avviare l’attività (SCIA). In questa fase occorre comunicare all’Agenzia delle Entrate l’indirizzo del Sito Web, i dati identificativi dell’internet provider, l’indirizzo di posta elettronica, numero di telefono ed eventuale fax.
  2. Passo successivo è l’iscrizione alla Camera di Commercio competente e l’apertura della posizione previdenziale INPS.
    I costi da sostenere per avviare un e-commerce sono i diritti di segreteria al comune dove si presenta la SCIA, i diritti di segreteria all’ASL di competenza (in caso di prodotti alimentari) e i diritti e bolli della Camera di Commercio.

I costi fissi annuali riguardano:

  • Diritto Annuale della Camera di Commercio;
  • Imposte sul reddito;
  • Contributi previdenziali;
  • Versamento dell’Iva a debito;

Con la legge di stabilità 2015, viene introdotto il nuovo regime forfettario 2015 che permette di aprire un e-commerce usufruendo di un regime fiscale e previdenziale agevolato:

  • Reddito determinato in via forfettaria;
  • Imposta sostitutiva 15%;
  • Esenzione IVA;
  • Abolizione minimale Inps (pagamento contributi in base al reddito conseguito).

La soglia di ricavi per entrare e permanere nel regime è di € 40.000 per il commercio di prodotti non alimentari e € 30.000 per il commercio di prodotti alimentari, investimenti non superiori ad euro € 20.000, non ci sono limiti di età e si permane nel nuovo regime agevolato fino al superamento dei limiti.